Sullo stesso argomento scrissi il 30 maggio 2016, quando erano in corsa 4 candidati alla carica di Sindaco della Città e, come Movimento culturale, riponemmo tutta la nostra fiducia nel candidato Pippi Mellone e nella sua coalizione “Alleanza per il Cambiamento”. La nostra decisione fu scontata perché era l’unico ad avere inserito nel suo programma la spinosa questione della sanità locale e dell’ospedale “S. Giuseppe – Sambiasi”. La scelta fu vincente ed il nostro candidato fu eletto a Sindaco nel ballottaggio con un piccolo scarto di quasi cento voti.

            Sono trascorsi 5 anni, ma siamo ugualmente contenti dei risultati ottenuti con questa Amministrazione uscente. Sono stati affrontati e risolti molti problemi urgenti ed è stato un “tour de force”, senza un attimo di tregua e con un Sindaco della Città a tempo pieno.

            E’ vero, non è stato affrontato lo spinoso problema della sanità cittadina e dell’Ospedale, come promesso, ma non ci sentiamo di recriminare su nulla, perché egli non ha oziato per un secondo, cosa invece abituale con i Sindaci precedenti fra viaggi, vacanze e dimissioni ad orologeria.

            C’è comunque una promessa che non ha scadenza ed una rielezione, che sembra scontata ed a larga maggioranza. Arriveremo a parlare presto del problema della sanità a Nardò e sono questi i motivi che mi spingono a chiedervi di ridare fiducia al nuovo candidato Sindaco PIPPI MELLONE.

A questo aggiungo, però, con grande convinzione di votare anche STEFANIA ANTICO, candidata al Consiglio comunale nella lista Andare Oltre, perché è l’unica candidata Consigliere che si è espressa abbondantemente a favore della questione sanitaria.

Noi cittadini non sopportiamo più le vessazioni ed il disservizio sanitario che ci circonda, non possiamo permettere che nei casi urgenti (infarti, ecc.) si rischi di morire per le distanze che ci separano dai centri sanitari attrezzati. Non possiamo permettere, che le persone economicamente svantaggiate e con difficoltà di spostamento, debbano pagare un autista o un’ambulanza privata per farsi trasportare in ospedali, a volte molto lontani. Eppure Nardò è il secondo centro più popoloso della provincia di Lecce.

Non possiamo più permettere tutto ciò!

DIFENDIAMO IL NOSTRO TERRITORIO

Ing. Francesco Antico

(Fonte foto: profilo >Facebook dell’ing Francesco Antico)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.