I responsabile della lista civica, “Pippi Sindaco di tutti”, Agostino Indennitate presenta la nona lista che sosterrà per il secondo mandato il sindaco Mellone.

Ci siamo! Ecco la nona lista a sostegno della candidatura del Sindaco Pippi Mellone. È stata
battezzata “Pippi Sindaco di Tutti” e si presenta con la forza del motto più amato dai concittadini.
Questa lista accoglie personalità che si impegnano, nello spirito della coalizione che sostiene la rielezione del Sindaco Mellone, a confermare il processo di cambiamento in atto in città.
Il lavoro compiuto in questi anni, dopo la svolta del 2016, ha rinnovato nei neretini un sentimento di orgoglio, appartenenza e volontà di partecipazione alla rinascita della città. Uno spirito che ha spinto tanti a farsi avanti per contribuire a una Nardò migliore, ancora più protagonista di questa fase di sviluppo e progresso che coinvolge ogni ambito della vita cittadina.
Dopo quattro anni di intensa attività i successi dell’amministrazione Mellone sono innumerevoli e innegabili, in ogni campo. I contenitori culturali sono diventati generatori di valore, l’attenzione per la cultura e per l’arte è sempre più alta, il polo bibliotecario sta finalmente diventando realtà, il lavoro a sostegno delle persone più deboli è impressionante (basti pensare ai 410.000 euro stanziati a dicembre per le persone in difficoltà); l’azione di contrasto allo sfruttamento dei lavoratori migranti ha riscattato una città additata di schiavismo e riconsegnato decoro e serenità all’intera comunità (migranti compresi). È ormai un lontano passato la “Nardò degli schiavi” e delle toilette
improvvisate in strada. E poi le scuole. Nel giro di pochi anni la gran parte delle scuole cittadine saranno efficientate e rimesse a nuovo. E, ancora, le strade: con oltre 9 milioni di euro di investimenti su strade, rotonde, passi pedonali rialzati, ciclabili e marciapiedi, Nardò oggi è più bella e, soprattutto, più sicura.
Infine i parchi. La rivoluzione verde ha toccato tutta la città. Parco Raho è stato rimesso a nuovo e affidato in gestione; Piazza Giovanni XXIII è stata trasformata da un’aiuola abbandonata e degradata a un parchetto a misura di anziani e bambini; il quartiere San Gerardo, da sempre trascurato, verrà presto dotato di un un nuovo parco, attualmente in via di realizzazione; e poi il fiore all’occhiello della città: il Parco dell’Incoronata, realizzato dopo aver demolito il tetro scheletro di cemento che la vecchia politica aveva destinato a proprio “Palazzo” e che ha turbato la vita dei neretini per decenni. Con Pippi Mellone è stato abbattuto questo brutto simbolo di una vecchia politica fatta di sprechi e sciatteria. Oggi, più che mai, i cittadini hanno la consapevolezza che con Pippi Mellone la città di Nardò potrà capitalizzare le buone pratiche e l’esperienza di questi anni e, con un governo forte, inclusivo ed autorevole, proiettarsi verso il futuro. Verso il futuro, come mai prima. Perché di questo ha bisogno Nardò, di futuro, con Pippi Sindaco di tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.